MAL DI GOLA IN GRAVIDANZA: RIMEDI E ACCORGIMENTI PER TRATTARE IL MAL DI GOLA

Il mal di gola è un disturbo comune che colpisce anche le donne in dolce attesa. Quali sono i rimedi del mal di gola in gravidanza? Scopri di più.

Mal di gola in gravidanza: primi sintomi e cause scatenanti

Il mal di gola è un malanno di stagione che colpisce la maggior parte delle persone, soprattutto durante i mesi invernali. È sicuramente tra le infezioni più facili da contrarre, anche dalle donne in dolce attesa. Infatti, nei 9 mesi di gestazione, il sistema immunitario della donna è meno efficiente, rendendo l’organismo più sensibile.

Nelle donne incinte, i sintomi del mal di gola non differiscono dai classici fastidi: arrossamento e prurito delle pareti interne della bocca, infiammazione della cavità orale, secchezza, difficoltà nella deglutizione e, a volte, presenza di tonsille ingrossate.

Anche le cause del mal di gola in gravidanza non sono diverse da quelle che colpiscono il resto della popolazione, come ad esempio sbalzi termici, ambienti poco umidificati, inquinamento, allergie e virus stagionali. Tra le altre cause si aggiungono stanchezza, stress, ansia e nausee mattutine: sintomatologie tipiche delle donne in dolce attesa, che abbassano le difese immunitarie e rendono le future mamme più predisposte a contrarre infezioni.

Rimedi e accorgimenti per alleviare i sintomi del mal di gola in gravidanza

È sconsigliato assumere farmaci durante la gestazione; quali sono allora i rimedi contro il mal di gola in gravidanza? Vediamoli insieme:

  • Riposare: quando si sta male capita di sentirsi stanche, deboli e spossate; riposare in questi casi è la soluzione migliore. Rallentare il ritmo e prendersela comoda permetterà all’organismo di rispondere al malanno più in fretta;

  • Evitare il contagio: è importantissimo cercare di evitare di entrare in contatto con persone che possano trasmettere virus o batteri influenzali. Alcuni accorgimenti da mantenere, soprattutto durante una gravidanza, sono: lavare spesso le mani, arieggiare la casa aprendo le finestre, evitando però sbalzi di temperatura e, infine, non utilizzare effetti personali altrui, come ad esempio piatti o posate;

  • Vitamine: fare il pieno di vitamine, in particolar modo quelle del gruppo C e D. Optare per una dieta equilibrata ricca di frutta e verdura. Il corpo ha bisogno di minerali e vitamine, fondamentali per riattivare le difese immunitarie. Inoltre, è bene ricordarsi di bere tanta acqua, tè e tisane;

  • Miele e limone: sono ottimi antinfiammatori perché disinfettano la gola e alleviano la sensazione di bruciore. È possibile aggiungerli a un bicchiere di latte tiepido oppure accoppiarli nella preparazione di un tè caldo;

  • Piante officinali: gli infusi di piante come la malva, l’altea, l’erisimo o il karkadè sono ricchi di proprietà benefiche che servono per sfiammare la gola irritata e fungono anche da antiossidanti e antinfluenzali naturali. Durante la gravidanza è meglio evitare la salvia perché è una pianta anti-galattogena e può rallentare la produzione di latte. La radice di zenzero, invece, può essere molto utile sia come antinfiammatorio sia contro la nausea mattutina, ma la sua assunzione va limitata per la presenza di sostanze mutagene;

  • Suffumigi: i vapori, creati ad esempio aggiungendo bicarbonato o sale a dell’acqua bollente, uniscono la funzione germicida ai benefici del calore che aiuta la fluidificazione del muco e ne velocizza l’espulsione. È sconsigliato l’utilizzo di oli essenziali di eucalipto o di propoli perché sono sostanze ad altissima diffusibilità e possono essere potenzialmente tossiche per l’embrione o il feto: agiscono anche sulla contrattilità uterina e possono addirittura portare al rischio di aborto.

Qualora questi rimedi non fossero sufficienti per trattare il mal di gola in gravidanza, si consiglia di contattare il proprio medico e richiedere l'assunzione di pastiglie o spray, in grado di agire direttamente sull’infiammazione.

Come alleviare i sintomi del mal di gola in gravidanza con l’alimentazione

Per alleviare i sintomi del mal di gola in gravidanza, è consigliabile perseguire una sana alimentazione, in grado di contribuire, inoltre, al rafforzamento del sistema immunitario.

Assumere una buona quantità giornaliera di vitamine garantisce una buona prevenzione oltreché una guarigione più rapida dell’infiammazione. In particolar modo, si consiglia l’assorbimento di vitamina C, importante per le sue proprietà antiossidanti; è presente soprattutto negli agrumi, kiwi e alcuni tipi di verdura come peperoni, broccoli e cavolo rosso.

Il betacarotene aiuta a combattere le infezioni, quindi le carote e le zucche non possono mancare tra gli alimenti per trattare il mal di gola in gravidanza.

Anche gli spinaci possiedono un buon mix di vitamine e minerali che fungono da antiossidanti, mentre l’aglio è da tenere in considerazione per le sue proprietà antinfiammatorie.

Dal pesce, in particolare dal salmone, si può ricavare invece una buona dose di vitamina D.

Una sana alimentazione va accompagnata senza dubbio a una buona idratazione: è consigliabile bere piccoli sorsi d’acqua, ma frequenti, durante l’arco della giornata, per mantenere la mucosa orale sempre ben umidificata. Per la fluidificazione del muco sono inoltre molto importanti anche le bevande calde, come gli infusi o le tisane di malva, di erisimo, di altea o di karkadè che, grazie alle molteplici proprietà benefiche, contribuiscono alla guarigione della gola infiammata.

L’utilizzo degli antibiotici in gravidanza per combattere il mal di gola: sì o no?

L’utilizzo di antibiotici contro il mal di gola in gravidanza è sconsigliato se la sua origine non è batterica. Nel caso di infezione virale, infatti, la terapia antibiotica non avrebbe alcun beneficio, anzi potrebbe comportare danni, come il così detto fenomeno dell’antibiotico resistenza: la particolare situazione in cui i batteri si abituano al farmaco, si rafforzano e si moltiplicano rendendo vana ogni sua somministrazione.

L’antibiotico contro il mal di gola in gravidanza va quindi assunto solo ed esclusivamente sotto prescrizione medica, al fine di combattere l’agente patogeno responsabile dell'infezione batterica.

Le 4 cose da sapere per trattare il mal di gola in gravidanza:

  • Quali sono i sintomi e le cause del mal di gola in gravidanza?

Nelle donne incinte, i sintomi del mal di gola non differiscono dai classici fastidi: arrossamento e prurito delle pareti interne della bocca, infiammazione della cavità orale, secchezza, difficoltà nella deglutizione e, a volte, presenza di tonsille ingrossate.

Anche le cause scatenanti sono le stesse: sbalzi termici, ambienti poco umidificati, inquinamento, allergie e virus stagionali. Si aggiungono poi stanchezza, stress, ansia e nausee mattutine: sintomatologie tipiche delle donne in dolce attesa, che abbassano le difese immunitarie, rendendo le future mamme più predisposte a contrarre infezioni.

  • Quali possono essere i rimedi per trattare il mal di gola in gravidanza?

In gravidanza è pericoloso somministrare antibiotici. Per alleviare l’infiammazione alla gola, si consiglia pertanto di optare per rimedi come: riposare, evitare il contagio, assumere una buona dose giornaliera di vitamine, fare uso di miele, limone e piante officinali per la creazione di tè o tisane e, infine, beneficiare dell’azione dei suffumigi. Qualora questi rimedi non fossero sufficienti a trattare il mal di gola in gravidanza, si consiglia di contattare il proprio medico e richiedere l'assunzione di pastiglie o spray in grado di agire direttamente sull’infiammazione.

  • Si possono alleviare i sintomi del mal di gola in gravidanza tramite all’alimentazione?

Per alleviare i sintomi del mal di gola in gravidanza, è consigliabile perseguire una sana alimentazione, in grado di contribuire, inoltre, al rafforzamento del sistema immunitario. Assumere una buona quantità giornaliera di vitamine garantisce una buona prevenzione oltreché una ripresa rapida dell’infiammazione. In particolar modo, si consiglia l’assorbimento di vitamina C, betacarotene, minerali antiossidanti, oltreché una buona dose di vitamina D. Una sana alimentazione va accompagnata senza dubbio a una buona idratazione: è consigliabile bere piccoli sorsi d’acqua, ma frequenti, durante l’arco della giornata, per mantenere la mucosa orale sempre ben umidificata.

  • Si possono utilizzare antibiotici per trattare il mal di gola in gravidanza?

L’utilizzo di antibiotici in gravidanza non è consigliato se l’origine del mal di gola non è batterica. Nel caso di infezione virale, infatti, la terapia antibiotica non avrebbe alcun beneficio, anzi potrebbe comportare danni, come il così detto fenomeno dell’antibiotico resistenza. L’antibiotico contro il mal di gola in gravidanza va quindi assunto solo ed esclusivamente sotto prescrizione medica.

CONDIVIDI: