GOLA ARROSSATA: COS'È, SINTOMI, CAUSE, RIMEDI E TRATTAMENTI TERAPEUTICI

Come trattare la gola arrossata? Leggi l’articolo per scoprire tutto sulla gola arrossata e quali sono le cause, i sintomi, i rimedi e i trattamenti terapeutici.

Gola arrossata: cos’è e quando si manifesta

Quando la gola è arrossata significa che è in atto un’infiammazione delle pareti interne della cavità orale, principalmente a livello della faringe.

L’arrossamento infatti è un sintomo caratteristico della faringite, termine medico che identifica il comune “mal di gola”.

Continua a leggere l’articolo per scoprire le cause scatenanti.

Cause della gola arrossata

La maggior parte dei casi presenta una gola arrossata per cause di tipo virale, mentre solo una minoranza dei casi dipende da forme batteriche.

Soprattutto durante l’inverno o nei cambi di stagione, la mucosa che protegge l’apparato respiratorio può subire alterazioni a causa dei bruschi sbalzi climatici: è così che i virus trovano terreno fertile, intaccando il sistema immunitario. Rinovirus, adenovirus, citomegalovirus e coronavirus possono essere i virus influenzali responsabili di un arrossamento della gola. Anche malattie come la varicella, il morbillo o la mononucleosi possono essere causa di forti infiammazioni delle pareti orali.

Altre cause della gola arrossata possono essere le allergie (ad esempio alla polvere, alla muffa, ai pollini o al pelo di animale) oppure il reflusso gastro-esofageo che può rendersi colpevole dell'irritazione delle pareti orali, vista l’acidità dei succhi gastrici risalenti dallo stomaco.

In aggiunta, anche il passaggio da un ambiente caldo a uno freddo (per esempio con aria condizionata) può favorire lo sviluppo di un arrossamento della gola.

L'arrossamento faringeo, però, può avere anche un’eziologia batterica: più rara, ma che può presentarsi in forme più gravi. I batteri patogeni che causano la faringite batterica sono nella maggior parte dei casi lo Streptococcus e il Bordetella pertussis.

I sintomi associati alla gola arrossata

Essendo la gola arrossata una conseguenza dell’infiammazione della faringe, i sintomi che si manifestano in concomitanza con essa sono strettamente connessi a quelli della faringite.

I sintomi più comuni della gola arrossata sono:

  • tonsille gonfie;

  • ghiandole ingrossate nella zona del collo;

  • mal di gola;

  • disfagia o difficoltà a deglutire.

Se si presenta una gola arrossata senza dolore e senza febbre si può essere semplicemente in presenza di un’infezione da streptococco o mononucleosi. Infatti, se l'infiammazione è di natura virale, il soggetto generalmente accusa stanchezza, dolore muscolare, congestione nasale, raucedine e febbre.

Se la febbre supera i 38°C allora è più probabile che l’infezione sia di origine batterica: oltre alla gola arrossata si potrebbe presentare anche nausea, con possibili episodi di vomito, tosse persistente e brividi nel corpo.

Rimedi e trattamenti terapeutici per la gola arrossata

I rimedi per la gola arrossata sono molteplici e possono variare a seconda della gravità dell’infezione.

Come trattare la gola arrossata?

Stare a riposo, umidificare gli ambienti e mantenere un’idratazione costante della gola, bevendo molti liquidi, come tisane e infusi, sono tra i rimedi consigliati per la gola arrossata.

Un altro rimedio è costituito dall’assunzione del miele, che, grazie alle sue proprietà lenitive e antiossidanti, riesce a calmare l’infiammazione della gola.

Si consiglia inoltre di affiancare ai rimedi piccoli accorgimenti, come ad esempio smettere di fumare, non consumare alcolici e alimenti troppo secchi o bevande gassate, al fine di non aggravare l’irritazione della gola.

Se non si vedono miglioramenti, cosa prendere per la gola arrossata? Potrebbe essere utile ricorrere ad antinfiammatori sotto forma di pastiglie orosolubili, spray e collutori, che agiscono direttamente sulle molecole responsabili dell’infiammazione.

Nel caso in cui invece ci si ritrovi ad affrontare un’infezione batterica è opportuno effettuare una visita medica; potrebbe infatti essere necessario l’intervento di una terapia antibiotica contro l’agente patogeno responsabile dell’infiammazione.

La gola arrossata va trattata attraverso l’uso di antibiotici?

La gola arrossata può essere un disturbo autolimitante e che, con qualche accorgimento, può migliorare nel giro di pochi giorni.

In alternativa, se la gola arrossata è di origine batterica il suo decorso potrebbe essere maggiore e potrebbe, pertanto, risultare necessario l’intervento di una terapia antibiotica.

L’utilizzo dell’antibiotico per la gola arrossata quando è di origine virale è sconsigliato: ha un effetto limitato e utilizzarlo troppo frequentemente e quando non è opportuno lo rende meno efficace in futuro.

È importante infatti ricordare che un uso spropositato degli antibiotici può comportare il fenomeno dell’antibiotico resistenza: ogni batterio che sopravvive a una cura antibiotica diventa resistente alle terapie successive e continua a diffondersi, trasferendo questo rafforzamento anche agli altri batteri.

Le 5 cose da sapere sulla gola arrossata e come trattarla:

  • Cos’è la gola arrossata?

Quando la gola è arrossata significa che è in atto un’infiammazione principalmente a livello della faringe. L’arrossamento infatti è un sintomo caratteristico della faringite, termine medico che identifica il comune sintomo del “mal di gola”.

  • Quali sono le cause della gola arrossata?

La maggior parte dei casi presenta una gola arrossata per cause virali, mentre solo in una minoranza dei casi è causata da forme batteriche. Le principali cause della gola arrossata sono dovute a bruschi sbalzi climatici, virus influenzali o malattie infettive. Altre cause della gola arrossata possono essere alcuni tipi di allergie oppure il reflusso gastro-esofageo. Anche il passaggio da un ambiente caldo a uno freddo può favorire lo sviluppo di un arrossamento della gola. Infine, l'arrossamento della gola può anche essere dovuto a un’eziologia batterica: più rara, ma che può presentarsi in forme più gravi.

  • Quali sono i sintomi associati alla gola arrossata?

I sintomi della gola arrossata sono: tonsille gonfie, ghiandole ingrossate nella zona del collo, mal di gola e difficoltà a deglutire. Se si presenta una gola arrossata ma senza dolore e senza febbre può essere semplicemente sintomo di un’infezione da streptococco o mononucleosi.

  • Quali sono i rimedi contro la gola arrossata?

I rimedi della gola arrossata sono: stare a riposo, umidificare gli ambienti, fare inalazioni balsamiche e bere molti liquidi per permettere una buona idratazione della gola. Si consiglia di evitare il fumo di sigaretta, anche passivo, l’alcol, gli alimenti troppo secchi, preconfezionati e bevande gassate. Se non si vedono miglioramenti è utile ricorrere ad antinfiammatori come le pastiglie orosolubili, gli spray e i collutori che agiscono direttamente sulle molecole responsabili dell’infiammazione.

  • La gola arrossata va trattata attraverso l’uso di antibiotici?

Si consiglia di assumere l’antibiotico per la gola arrossata solamente se l'infezione è di tipo batterico. Utilizzare l’antibiotico troppo spesso e senza cognizione può provocare il fenomeno dell’antibiotico resistenza: ogni batterio che sopravvive a una cura antibiotica diventa resistente alle terapie successive e continua a diffondersi, trasferendo questo rafforzamento anche agli altri batteri.

CONDIVIDI: